Segnalazione: “Requiem di Primavera” di Krisha Skies

Requiem di Primavera
di Krisha Skies

Casa editrice: Words Edizioni
GENERE: Fantasy (dark/mitologia)
Link Amazon: https://amzn.to/3BOzRMf

Il Destino del Dio dei Morti è nelle sue mani.

Trama: Il mondo dell’oltretomba non è semplicemente la dimora dei defunti, ma terra di creature infide, di anime destinate a perdersi o a salvarsi, di demoni e dèi. Qui, dove persino nei paradisiaci Campi Fioriti si annidano insidie, Lenora è costretta a cominciare la sua nuova vita al fianco del principe Acheron, rinunciando alla propria esistenza mortale. Tanti sono però i segreti che il Sommo Giudice cela, così come gli innumerevoli peccati commessi in nome della vendetta e del desiderio di redenzione. Eppure, i gesti inaspettatamente teneri e le premure che le rivolge fanno vacillare Lenora nel proposito di non cedere al serrato, quanto inspiegabile, corteggiamento del Principe degli Inferi. Quando il loro legame muta in qualcosa di profondo e passionale, però, scioccanti rivelazioni sconvolgono vita e cuore di Lenora, che diventa consapevole di essere lo strumento per la fine di Acheron o per la sua salvezza. Nel mondo dei vivi, intanto, l’inverno ha ormai ceduto il passo alla primavera e le note del Requiem suonate nella cattedrale di Kraven potrebbero nascondere le chiavi del destino dell’Ade.

Biografia autrice:

Krisha Skies esordisce ancora liceale pubblicando il primo romanzo con il suo vero nome. Seguono altre tre pubblicazioni, quasi tutte di genere fantasy. Dopo aver conosciuto la piattaforma online “Wattpad” e aver cominciato a pubblicare le sue storie proprio con lo pseudonimo di Krisha Skies – che omaggia la protagonista del primo romanzo fantasy scritto a quattordici anni e rimasto inedito –, nel marzo 2021, con lo stesso pseudonimo, pubblica per la casa editrice Horti di Giano “Dark Wings”, primo libro del Ciclo delle Ali Oscure. Laureata in Lettere moderne, oltre che della scrittura, della lettura, del cinema e dei manga, è sempre stata un’amante dei viaggi. Oggi si divide tra il lavoro, la famiglia e la passione per la narrativa fantastica.

Estratti:
La sua mano destra mi scivola d’improvviso lungo la schiena, spingendomi di più contro il proprio bacino, mentre la sinistra mi afferra dietro la testa.
«Lenora» mi chiama in un lento sussurro, schiacciando le labbra sulle mie.
Sono già succube di quel tocco, ma resto sconvolta dalla reazione del mio corpo quando avverto il calore umido della sua lingua accarezzarmi la bocca. Il cuore prende a battermi in maniera forsennata, le mie cosce stringono di più i suoi fianchi, la schiena s’inarca leggermente.
«Mio signore» gemo, chiudendo gli occhi, senza riuscire a comprendere come un solo bacio possa provocarmi tanto piacere.
«Di’ il mio nome» mi ordina lui, mordendomi leggermente il collo.
Lo abbraccio, avvicinandogli la bocca all’orecchio, e sospiro quando le sue labbra scendono a solleticarmi il seno, attraverso il tessuto impalpabile della tunica.
«Acheron…»