Segnalazione: “Legàmi destinati a essere” di Silvia Mero

“Legàmi destinati a essere”
di Silvia Mero

Editore: O.D.E. edizioni
Genere: sport romance, Contemporary romance, second chance
Data pubblicazione: 23 marzo
Autoconclusivo: sì

Trama: Bradley Hamilton ha un sogno fin da ragazzo: giocare nella Premier League. Lavora sodo,
si allena, passa di squadra in squadra scalando le categorie. E finalmente arriva. Firmare per il City
è il desiderio di una vita che si avvera, una vita che, nonostante il calcio e le soddisfazioni
professionali, ha ancora un tassello da mettere al suo posto: Hannah.
Una storia che sembrava tutto al liceo e che in un attimo è sparita lasciando il vuoto nel cuore di
Bradley. L’ha cercata in ogni sguardo, in ogni relazione; l’ha desiderata come l’aria, come la vita
stessa.
E forse anche quest’ultimo sogno può avverarsi. In fondo, quante partite vengono vinte allo scadere
dei novanta minuti?

Estratto:
«Sei stato grande, Bradley!» ammetto sincera facendo un passo verso di lui, riponendo per
un attimo l’ascia omicida. «Quel colpo di testa è…» Poggia un indice sulle mie labbra
interrompendo il mio elogio. Sgrano gli occhi.
«È per te» confida con un filo di voce, facendo singhiozzare il mio cuore. «Il mio primo goal è
per te. Te lo avevo promesso.»
Biografia:
Silvia Mero nasce a Roma l’8 Ottobre del 1992. Frequenta le scuole della sua città, si diploma al
liceo classico e si laurea in “Tecniche di Fisiopatologia Cardiocircolatoria e Perfusione
Cardiovascolare”, all’Università di Roma – La Sapienza.
Inizialmente non amava leggere, anzi i libri rappresentavano una forzatura e una tortura. Ma un
giorno, una sua amica le suggerì di leggere “Twilight” e da lì iniziò la sua passione.
È un’inguaribile romantica, e crede nell’amore come elemento fondamentale della vita di ognuno.
Ha iniziato a scrivere per caso e ha scoperto che, in fondo, le piace tanto quanto leggere.
Ama viaggiare e il suo desiderio è visitare più paesi possibili per conoscere le diverse culture.
Chissà dove la porterà la sua vita, ma per ora lei ama ripetere: “Se non puoi viaggiare, leggi un libro
e vivi mille vite, visitando il mondo”.