Le interviste di WiP! L’ospite di oggi è… Luana D’Este

Ben trovate, lettrici di WiP!
Quest’oggi è ospite del blog l’autrice di romanzi Erotic Romance dalle sfumature Angst, Luana D’Este.

Salve, Luana e benvenuta su Writing in Pink!

Raccontaci qualcosa di te…
“Da dove inizio? Non ho il dono della sintesi, ma ci provo ugualmente. Sono solo una ragazza con pochi sogni e mille paure come tante, quindi non credo di essere così speciale. Vivo a Bologna da più di 10 anni insieme al mio compagno Luca e al mio “bimbo” peloso Willy, un maltese di 12 anni. Dopo la laurea in Comunicazione ho deciso di rimanere a Bologna, ma nonostante la lontananza, sono e sarò sempre fiera di definirmi una “salentina doc”. Amo l’arte in tutte le sue forme, ho una dipendenza da sushi e la lettura è sempre stata la mia più grande passione. Sogno di lavorare, prima o poi, nel mondo dell’editoria, intanto mi occupo di comunicazione.”

Come e quando è nato il tuo amore per la scrittura?
“È nato più come un gioco, un modo per testare le mie capacità, anche se la mia prima esperienza è stata abbastanza tragicomica. A 12 anni scrissi un romanzo, ispirandomi alla Collana “Ragazzine” edita da Mondadori, una mia ossessione dell’epoca. Feci l’errore di salvare il file sul pc, che si fuse e andò tutto perduto, così decisi di appendere la penna al chiodo. Solo all’università ho deciso di riprovarci, all’inizio annotando aneddoti e costruendo piccoli scenari, poi dando vita al mio romanzo.”

Qual è il genere letterario dei tuoi libri?
“Erotic Romance dalle sfumature Angst.”

Di cosa tratta il tuo ultimo libro?
“Il cielo nella stanza racconta una storia d’amore, parla di rinascita e di seconde possibilità. Arianna e Gabriel, i due protagonisti, hanno un passato difficile e doloroso con cui fare i conti. Gabriel non è il principe azzurro e Arianna non è la solita principessa da salvare come potrebbe sembrare, semmai è il contrario. Insieme supereranno una serie di ostacoli che metteranno a dura prova il loro, già precario, equilibrio. In un gioco di prospettive, temi quali dolore, passione, gelosia, delusione, invidia, vengono evocati per dare una descrizione emotiva dei personaggi, richiamando una visione realista dell’amore e delle difficoltà che il mantenimento di un sentimento tanto labile comporta, senza rinunciare a elementi onirici e misteriosi che arricchiscono la trama.”

Dove possiamo trovarlo?
“Online qui: https://amzn.to/2Z9lu5G
Presto sarà disponibile anche in versione cartacea.”

Scegli tre aggettivi per descrivere la tua protagonista… e spiegaci la ragione di questa scelta.
“Dolce, ingenua, testarda.”

Scegli tre aggettivi per descrivere il tuo protagonista… e spiegaci la ragione di questa scelta.
“Sfrontato, tormentato, affascinante.”

Dove è ambientato il tuo libro? C’è un motivo dietro tale location?
“Tra Bologna, Milano e la mia amata Puglia. Semplicemente perché sono luoghi nei quali ho vissuto e a cui sono legata.”

Dove trovi l’ispirazione per una storia?
“Mi ispira un po’ tutto. Dalla musica a una semplice scritta sul muro mentre cammino per la strada. Ma anche esperienze dirette e indirette, un profumo, letture, fatti di cronaca.”

Cosa ti ha spinto a scegliere il tuo genere letterario?
“In realtà è capitato. All’inizio volevo scrivere una semplice storia che trattasse tematiche familiari, poi la fantasia ha preso il sopravvento e si può dire che i personaggi abbiano iniziato a parlare da soli.”

Quando sei in fase di stesura/creazione di una nuova storia, inserisci al suo interno qualcosa di te o preferisci un certo distacco?
“Sono al mio primo romanzo, ma sì, c’è qualcosa di me nei miei personaggi. Anche se non è autobiografico, ho cercato comunque di esprimere una mia visione in qualche modo, stati d’animo, percezioni.”

Self-publishing o casa editrice?
“Casa editrice, rigorosamente free. Preferisco affidarmi a dei professionisti, e perché no, anche trarre qualche insegnamento. Però non escludo il self-publishing in futuro.”

Dove preferisci scrivere le tue storie? Hai un luogo preferito?
“No, scrivo dove capita. A volte, se ho l’ispirazione, posso anche fermarmi nel bel mezzo della strada e scrivere sul mio cellulare pagine su pagine.”

Writing in Pink! tratta di diversi argomenti di lifestyle, oltre ai libri. Per quanto riguarda la Musica… ascolti un genere in particolare durante la stesura dei tuoi libri? Oppure preferisci scrivere in totale silenzio?
“Forse non proprio durante la stesura, ma prima sì. La musica è uno stimolante, sprona la mia creatività. Non ho un genere preferito, dipende molto dal mio stato d’animo, ma spazio dal rock al pop, dal deep house all’indie.”

Restando in tema musicale, quali canzoni includeresti in una ipotetica Playlist del tuo romanzo?
“Ogni volta, Non l’hai mica capito e Dimentichiamoci di questa città di Vasco Rossi. Ma anche Occhi da orientale di Daniele Silvestri e la versione di Mina de Il cielo in una stanza(da cui ho tratto ispirazione per il titolo).”

La tua storia piacerebbe anche al pubblico di quali film o serie TV…
“Bella domanda. Non credo lo abbiano ancora realizzato, forse un mix tra L’ultimo bacio, 50 sfumature, Eyes wide shut e Cruel Intentions.”

Dreamcast del tuo ultimo libro… quale attore/musicista/modello vedresti bene a interpretare i tuoi personaggi? (Puoi anche motivare le varie scelte)
“Se proprio vogliamo sognare… facciamolo alla grande! David Gandy (modello di punta degli stilisti Dolce e Gabbana) per il personaggio di Gabriel, mentre per Arianna vedrei bene una bellezza acqua e sapone come Alessandra Mastronardi.”

Da lettrice, cosa ti piace leggere e perchè?
“Leggo un po’ di tutto. Classici, Thriller, romanzi storici, e ovviamente Romance. Non voglio precludermi nulla, se una trama mi attira non guardo il genere.”

Lieto fine o plot-twist?
“Lieto fine, sempre. La vita è già abbastanza “amara”, se poi non si può neanche sognare un lieto fine..ma che tristezza!”

Progetti editoriali futuri? Stai scrivendo una nuova storia?
“Partorisco almeno 5 o 6 idee al giorno, ma ho una personale scaletta (3 storie) che spero di realizzare. In futuro vorrei cimentarmi con altri generi, (thriller e storico per esempio) ma chi vivrà vedrà. Al momento sono alle prese con il sequel de “Il cielo nella stanza”.”

Dove possiamo trovarti online?
“Facebook: Luana D’Este
Instagram: @luana_medea_deste”

Grazie di cuore di essere stata nostra ospite su WiP!
“Grazie a voi per questo meraviglioso spazio. Seguo Writing in Pink da un po’ ormai, amo tutto ciò che è legato all’universo femminile e al lifestyle, perciò questa è stata davvero una piacevole scoperta. Spero di partecipare ad altre vostre belle iniziative, intanto vi auguro di risplendere sempre di più. Un abbraccio a voi e a chi leggerà questa intervista.”

________________________________________________

PS. by Luana…
“Prima di essere un’autrice, sono innanzitutto una lettrice. Nel tempo libero curo il mio blog Medea’s Books. Segnalo e recensisco libri di autori emergenti e non solo.”