Segnalazione: “Agnese: Le ballerine del Carillon” di Maria Grazia Russo

Segnalazione: "Agnese: Le ballerine del Carillon" di Maria Grazia Russo“Agnese: Le ballerine del Carillon”
di Maria Grazia Russo

Genere: Romanzo Rosa
Editore: Blitos

Trama: Sono una donna, e il mondo vuole farmi credere che questo non sia abbastanza.
Siamo a Pisa nel 1968, Agnese Antinori appartiene a una facoltosa famiglia dell’alta borghesia. Figlia di un noto Avvocato, Agnese viene cresciuta secondo un rigido modello educativo e nella totale indifferenza dei propri genitori. Una infanzia priva di affetto che negli anni si trasforma in risentimento sia verso la sua famiglia, sia verso l’ambiente in cui è cresciuta, in cui le apparenze contano più di ogni altra cosa. Per ribellione decide di prendere parte a un atto dimostrativo organizzato dal movimento studentesco pisano. Ma qualcosa va storto e Agnese è costretta alla fuga.
Da qui inizia la sua storia fatta di nuovi incontri, affetti ritrovati e rinunce.

Non sapevo cosa avrebbe significato per me il ‘68,
ho lasciato che l’alta marea mi portasse nelle piazze.
Per caso mi sono trovata in mezzo alla battaglia e questa è diventata la mia storia.

E’ un’epoca in cui la contestazione giovanile infiamma il dibattito politico, le piazze si riempiono di manifestanti, i figli della borghesia si rivoltano contro i loro padri e scendono in strada al fianco degli operai. Luci e ombre di un periodo storico che ha permesso di ottenere grandi risultati, ma che è anche sfociato in derive violente che hanno causato centinaia di morti e feriti.

 

Estratti:
“Ero dovuta andare fin quasi dall’altra parte del mondo, per scoprire che nessuna distanza poteva frapporsi tra me e i problemi che mi portavo dentro.”

“Alcuni soldati aprirono il fuoco su vecchi, donne e bambini. Qualcuno mi spinse in un fosso ai bordi della strada, avevo le mani sulla testa come se questo potesse proteggermi dai proiettili di una mitragliatrice. Ero paralizzata dal terrore. In quel momento rividi il mio vecchio lupo di mare, e le sue parole mi rimbombarono nelle orecchie: cerca sempre la verità. E la verità era che l’umanità fa schifo.”

“Io, che oggi ho il cuore a pezzi, sto guardando negli occhi l’unica persona che ha la capacità di mettere insieme tutti i frammenti.”

SHARE/CONDIVIDI POST:

SHARE/CONDIVIDI POST:

NOTA: All’interno di questo blog sono presenti dei link di affiliazione/sponsorizzazione. In qualità di Affiliato Amazon, io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei.

Per maggiori informazioni, clicca qui

TRADUCI / TRANSLATE

ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianRussianSpanish

NOTA: All’interno di questo blog sono presenti dei link di affiliazione/sponsorizzazione. In qualità di Affiliato Amazon, io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei.

Per maggiori informazioni, clicca qui

Writing in Pink - Aura Conte blog

DISCLAIMER

– Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

INFO

Tutte le collaborazioni editoriali di Writing in Pink! vengono fatte a titolo gratuito, ovvero gratis. Non effettuiamo recensioni su richiesta e acquistiamo noi stessi i libri recensiti.

Per maggiori informazioni (anche riguardo all’utilizzo di immagini e link da parte di questo blog): clicca qui.

IMPORTANTE

All’interno di questo blog sono presenti dei link di affiliazione/sponsorizzazione. In qualità di Affiliato Amazon, io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei.

Per maggiori informazioni, clicca qui

© Copyright 2020- 2022: Writing in Pink! by Aura Conte – All rights reserved.

© Copyright 2020- 2022: Writing in Pink! by Aura Conte – All rights reserved.